Maya, un mondo altro molto pulp

“Quanta gente comunque ci sarà, che si accontenterà, C’è chi dice no, c’è chi dice no” cantava il signor Rossi del 1987, ovvero quel Vasco provocautore per eccellenza e per auto – sua di lui – definizione. E quante notti insonni, io adolescente anarchica, a cantar a squarcia gola, pensando a “in quale modo o mondo poter scacciar demoni e spauracchi?” 

Apocalypto di Mel Gibson
Apocalypto di Mel Gibson

Perché il diverso, diciamocela tutta, da fastidio e fa incazzare. Non per altro, ma che sbatta a cercar di capire e interagire con ‘sta gente che non comunica ugualmente. Tutta energia sprecata e pure tempo, e tempo vuol dir denaro!

Ora, a questo punto caro lettore hai due scelte.

O ti piace il diverso in generale, e sei quel tipo di persona che va a caccia di differenze, per farle diventare le tue eccellenze. E quindi in questo caso ti consiglio di proseguire.

Oppure se sei in linea con quanto prima ho citato, sulla sbatta e il non tempo, ti conviene girar pagina, e passare a qualcos’altro.

Apocalypto
Scene del film Apocalypto

E’ l’alba. Una incerta mattina di fine giugno. Rovente. Soffocante. Angosciante. Da non riuscire a respirare. Madida di sudore e priva di forze, mi trascino verso ciò che penso sia la stanza da bagno. Ma subito mi accorgo che qualcosa non torna. Niente legno in bambù, a far da pavimento. Niente pietra e vetro alle pareti, a far da doccia. Niente rubinetti. E niente acqua pronta a dar tregua alla mia arsura.

Sotto ai miei piedi, terra rossa, arida e assetata. Sopra la mia testa, un sole alto quanto quello del mezzodì. Aquile in volo basso nello spazio aereo intorno a me. Forse a caccia o forse anche loro prede dello stesso sciagurato sistema. L’infinito mondo duale in eterna lotta per un pezzo di pane.

E poi il mio sguardo inizia a perdersi all’orizzonte. Figure umane all’ombra di un tempio. Chissà un rito magico o un’iniziazione. Mi avvicino incuriosita alla scena.

Corpi nudi, di uomini e di donne. Pelle bruciata dal sole. Dipinta in ogni dove. Irrorata di sangue e di sudore. Scene cruenti. Atti violenti. Teste mozzate. Forse Versailles? Ma senza pizzi e merletti. Ne orpelli e cappelli. Solo fottuta paura, in egual misura.

Forze oscure in lotta con forze chiare. Chi vincerà questa volta?

Un uomo s’avvicina. E’ molto anziano, leggermente ricurvo ma abbastanza corpulento, con lunghi capelli e barba color della luna. Occhi a mandorla, fuori dal coro, mi dicono: “Osserva” e mi butta nel mezzo.

“Osserva che cosa, vecchio saggio?” gli chiedo.

“L’umana coscienza e irriverenza, e quanto il mondo sia solo una questione di punti di vista. Una infinita quantità di ego-verità, fatte di tanti Io e altrettante maschere da usare all’occorrenza. Eccoli, tutti lì pronti a mangiare al cospetto del reame”.

“Ma è ciò che accade. Non è forse questo un modo per ridare?”

“Karma o no, osserva: il vero peccato non è forse predare il nostro stesso super ego-mondo, solo per sostentarci?”

“Ma allora cos’è giusto fare? Se non si preda, come ci si sostenta?”

“Ecco appunto, niente di tutto ciò merita risposta. E se imparassimo a osservare, capiremmo che è soltanto una questione di consapevolezza”.

“Consapevolezza di cosa?”

“Consapevolezza nell’agire in modo impeccabile“.

“Cosa intendi con impeccabile, vecchio saggio?”

“Non profanare, ma preservare ciò di cui noi stessi siamo fatti. Perché tutto è Uno, e l’Uno è tutto, dentro e fuori il tuo ego-mondo”.

E fu allora che iniziai il mio risveglio da un lungo sonno, fatto di torpore e non vissuti.

Laozi | Padre fondatore del Taoismo
Laozi | Padre fondatore del Taoismo | Credit Shu Wang

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.